Home

Appena toccata la roccia e sollevati i piedi dalla terra, abbiamo intuito il grande valore terapeutico dell’arrampicare e così è nata la voglia di unire due passioni: la psicoterapia e l’arrampicata.

Arrampicare permette di esperire, in modo intenso, completo e in pochi metri di scalata, la sintesi del lungo processo psicoterapeutico.

Un processo suddiviso in una serie di obiettivi intermedi che portano al raggiungimento di mete finali, come ad esempio la strutturazione e il consolidamento della capacità autoregolativa, la trasformazione di dinamiche di dipendenza in dinamiche di interdipendenza, l’individuazione, oltre che l’affermazione delle proprie competenze e della propria individualità attraverso il superamento di difficoltà e problemi.

Un processo costellato da imprevisti, difficoltà, regressioni, resistenze gestibili attraverso un dialogo interno accogliente e orientato al successo e in una relazione sintonizzata e rispettosa. L’arrampicata è tutto questo tradotto in esperienza corporea, emotiva e relazionale.

I l procedere con le proprie forze contattando la paura, il vuoto, i propri limiti,il raggiungere lo spit che da sicurezza, assicurarsi, per continuare gradualmente verso l’obiettivo successivo al fine di arrivare in catena – al top – e liberare la via, è “l’esperienzalizzazione” del procedere del percorso terapeutico.

E tutto questo non avviene nella solitudine, ma insieme all’ altro. Un altro da cui non si dipende, ma che sostiene nella

salita, che accompagna in modo attento e sincronizzato e che fa si che l’eventuale caduta non sia rovinosa per poi aiutare a ripartire.

Così si arrampica imparando ad ascoltare il corpo, i limiti, le emozioni, cercando soluzioni alle difficoltà della via, fronteggiando le paure, dosando le forze, integrando il corpo, la mente e l’emotività. Si riesce in questo modo ad autoregolarsi ossia a far sì che lo stare, l’essere non dipenda dall’esterno, da un sintomo, ma da se stessi.

In questo modo si libera la via, in questo modo si diventa autonomi e indipendenti.

 

Eventi

Giornate di  Climbing Therapy  2017

LA MIA AUTOSTIMA TRA UP E DOWN

Questo workshop di Climbing Therapy esplora il tema dell’autostima.

Durante queste due giornate di lavoro i partecipanti saranno accompagnati a contattare le proprie fragilità e le proprie risorse, si confronteranno con gli altri e con il proprio e “altrui” giudizio, scontreranno le proprie aspettative ideali con la realtà.

Sarà un lavoro sui processi e sui fattori che possono determinare un miglioramento della propria autostima.

L’arrampicata utilizzata come strumento terapeutico favorirà un contatto diretto e completo dei processi che intervengono nel diminuire o nell’aumentare la stima di se stessi.

Prima giornata 21 maggio 2017

Davanti all’irraggiungibile

In questa giornata di climbing therapy cercheremo di rendere chiare le aspettative, gli obiettivi, le richieste che ognuno di noi ha su se stesso cercando di distinguere il possibile dall’impossibile, il reale dall’ideale. Faremo emergere quei meccanismi che attuati consapevolmente o inconsapevolmente vanno ad influenzare e/o determinare la propria autostima.Potremo così sperimentare una nuova visione di noi stessi.

Seconda giornata    11 giugno 2017

               La forza del limite

In questa giornata di climbing therapy andremo a contattare, riconoscere e sperimentare l’esistenza dei propri limiti. Riuscire ad accettarli positivamente, permette di accedere ad un flusso di energia molto forte e utile, che diventa linfa e nutrimento per la nostra autostima.

I workshop avranno luogo, dalle ore 10.00 alle ore 17.30, presso la Palestra Popolare di Colle Salario, in Largo Monte San Giusto 14, Roma.

Per informazioni ed iscrizione, contattare:

Marco 3400531291

Giorgio 3332251093

FB, climbingtherapy ita

 

GIORNATE DI CLIMBING THERAPY 2016

Maggio 2016

L’irrealtà della depressione e la concretezza della parete

Sinuosa, si può insidiare in noi a vari livelli, spesso vestendosi di ideali grandiosi e compensatori, creando una perdita del contatto con il nostro corpo, con il nostro piacere, con la fiducia in noi stessi e negli altri.

La depressione toglie vitalità, blocca l’entusiasmo e porta a vivere non nel presente, ma solo nel passato e nel futuro.

L’individuo depresso perde il contatto con il Sé, è volto ad un ideale di perfezione e vive nell’irrealtà distaccandosi sempre più dai propri sentimenti, dalle emozioni, dalla sua energia, dal proprio corpo.

Attraverso la climbing therapy, ci immergeremo nella concretezza del corpo e nel contatto con gli altri, andremo a lavorare su come recuperare l’energia e sulla possibilità di riavvicinarsi al piacere di vivere.

Il workshop è rivolto a tutte quelle persone che vogliano confrontarsi con questo aspetto della vita, non è necessario ne aver già effettuato un percorso psicoterapeutico ne aver esperienza nell’arrampicata.

 

Il workshop si terrà il 29/05/2016 dalle ore 10.00 alle ore 17.30 presso la Palestra Popolare di Colle Salario, in Largo Monte San Giusto 14, Roma.

 

 

Per informazioni ed iscrizione, contattare:

Marco 3400531291

Chiara 3284159318

Giorgio 3332251093

FB, climbingtherapy ita

www.climbingtherapy.it

 

 

 

 

 

 

 

 

ABBRACCIARE LA PAURA

 

Tutti noi conosciamo la paura, molteplici sono le sue forme e molteplici i suoi significati e funzioni. Possiamo aver paura del buio, dei ragni, del vuoto, di cadere, di non essere adeguati, di non essere amati, di essere amati, di amare, di volare, di vincere…possiamo aver paura di aver paura.

.

In questa giornata faremo emergere il proprio rapporto con la paura al fine non di negarla, ma di incontrarla, di esplorarla e di accettarla.

Così si avrà la possibilità di cogliere la sua funzione per integrarla facendola diventare una risorsa e non un ostacolo.

 

Il workshop è rivolto a tutte quelle persone che vogliano confrontarsi con questo aspetto della vita, non è necessario ne aver già effettuato un percorso psicoterapeutico ne aver esperienza nell’arrampicata.

 

Il workshop si terrà il 15/05/2016 dalle ore 10.00 alle ore 17.30 presso la Palestra Popolare di Colle Salario, in Largo Monte San Giusto 14, Roma.

 

 

Per informazioni ed iscrizione, contattare:

Marco 3400531291

Chiara 3284159318

FB climbingtherapy ita

www.climbingtherapy.it

 

 

 

 

 

Giornate di Climbing Therapy 2015

4 giornate – dalle ore 9,30 alle ore 17,30 – con  sessioni alternate tra esperienze in parete e rielaborazioni in gruppo focalizzate su 4 distinte tematiche presso la Palestra Popolare Colle Salario in Largo Monte San Giusto 14, Roma:

 

22 Febbraio 2015 Tra sé e l’altro: in bilico tra affidamento e isolamento

Workshop per chi vuole focalizzarsi sulla propria capacità di dare fiducia a sé e agli altri. Non la fiducia cieca e incondizionata ma una fiducia protettiva basata sulla conoscenza delle proprie qualità e dei propri limiti prima ancora che della necessaria verifica dell’affidabilità dell’altro.

 

22 Marzo 2015  Dipendenza affettiva: “Ci sei dunque esisto!

”Workshop rivolto a chi non sa separarsi perché l’altro è il centro della propria vita e l’allontanamento diventa sinonimo di sofferenza e vuoto così nascono tentativi disperarti per non separarsi mai o la creazione di catene di relazioni apparentemente sedative. Il contatto con le proprie risorse reali diventa in questa giornata parte integrante del lavoro di ridefinizione della propria autonomia.

 

26 Aprile 2015 Il mio potere sull’ansia: dal blocco alla spinta per il successo

Workshop ideato per chi nell’ansia si perde e si impedisce di realizzare i propri progetti, di muoversi liberamente di andare verso il successo.

 

24 Maggio 2015 Equilibrismi di coppia: un legame che costringe o che libera?

Workshop rivolto a coppie motivate a identificare e lavorare sulle proprie dinamiche relazionali. Capire cosa succede quando si sta insieme e ripetutamente si vivono sequenze spiacevoli di interazioni per imparare a darsi spazio, chiedere, accogliere, sostenere ed essere liberi insieme.

 

Si rivolge a persone anche alla prima esperienza nell’ambito dell’arrampicata o della psicoterapia.

 

 

 

TRA DIPENDENZA E AUTARCHIA: UNA VIA VERSO L’AUTONOMIA

La climbing therapy è un approccio psicoterapeutico esperienziale.

Due modelli psicoterapeutici integrati, quello analitico  bioenergetico e quello analitico transazionale,vanno ad utilizzare alcuni elementi dell’arrampicata sportiva creando un setting terapeutico che consente un intenso e rapido contatto con i propri stati emotivi e mentali. La “mentalizzazione” dell’esperienza fatta in parete,all’interno di un preciso piano terapeutico, permette il riconoscimento dei propri vissuti interni e relazionali e il cambiamento di stati di sofferenza, favorendo il processo di autoregolazione.

Il percorso “Tra dipendenza e autarchia: una via verso l’autonomia” rappresenta un’opportunità per vivere il passaggio da una condizione di dipendenza ad uno stato di autonomia reale attraverso un’esperienza di psicoterapia in gruppo.

Il percorso si suddivide in 4 giornate esperienziali, ognuna delle quali affronterà un tema specifico:

  1. TROVARMI : esperienza di contatto verticale con emozioni e pensieri.

  2. IO E L’ALTRO : incontri di equilibri.

  3. PERDERMI : dipendere oltre i confini.Tra me e l’altro nel vuoto.

  4. ESISTO E SO DIPENDERE: la via per la vetta.

Il percorso è rivolto a tutti dai 18 anni in poi, previo colloquio conoscitivo. Gli incontri si svolgeranno in gruppi di massimo 10 persone.

Durata

Gli incontri avranno cadenza mensile, la domenica dalle ore 9.30 alle ore 17.30.

Date

1° incontro 16 Marzo 2014

2° incontro 13 Aprile 2014

3° incontro 18 Maggio 2014

4° incontro 22 Giugno 2014

E’ preferibile partecipare all’intero percorso, ma è possibile partecipare a singoli incontri.

Luogo

Palestra “Rock & Walls”, presso il Club Lanciani in Via Di Pietralata 135 Roma.

Informazioni

Potete scrivere a:

info@climbingtherapy.it

Oppure telefonare a:

Chiara Scialanca cell. 3284159318

Marco Bruci cell. 3400531291

Chi siamo

Marco Bruci

Psicologo Clinico e Psicoterapeuta

Iscrizione Albo Professionale degli Psicologi del Lazio n. 8785

  • Laurea in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università  “La Sapienza” di Roma.
  • Diploma di Psicoterapeuta ad indirizzo bioenergetico rilasciato dalla S.I.A.B (Società Italiana Analisi Bioenergetica).
  • Analista Bioenergetico CBT (Certificated Bioenergetic Therapist) , riconosciuto dalla S.I.A.B e dall’I.I.B.A (International Institute for Bioenergetic Analysis)
  • Svolgo attività privata psicoterapeutica individuale, di gruppo e di formazione.
  • Collaborazioni  con l’Associazione “La Tenda” onlus, in qualità di:
    • Responsabile della Comunità Terapeutica Semiresidenziale per Tossicodipendenti dal 2001 ad oggi;
    • Conduttore di Gruppi di Climbing therapy dal 2013 ad oggi;
    • Responsabile del Centro per le Famiglie del V Municipio di Roma dal 2010 al 2015;
    • Responsabile del progetto “Fare famiglia”, intervento di sostegno al contesto scolastico (alunni, insegnanti e genitori); dal 2012 al 2014;
    • Responsabile del progetto “Sostegno nella restrizione”, progetto rivolto a cittadini detenuti nell’Istituto Penitenziario di Rebibbia, dal 2010 al 2013;
    • Responsabile del “Progetto Sfera”, progetto di consulenza telefonica sulle tematiche della dipendenza, rivolto a famiglie, insegnanti e adolescenti; dal 2009 al 2010;
    • Responsabile del progetto “Diversamente Sportivi”, progetto di promozione sportiva (tennis su sedia a rotelle) e integrazione sociale per le persone disabili e svantaggiate, periodo 2004/2005;
    • Responsabile del progetto “TendaKafè”, servizio multifunzionale per tossicodipendenti; anno 2002/2003;

    Altre collaborazioni professionali:

  • Formatore per il Centro Servizi per il Volontariato del Comune di Modena, dal 2006 al 2007;
  • Formatore dei gruppi SVE e volontari italiani in Europa per l’associazione “Legambiente”, dal 2005 al 2006;
  • Conduttore di gruppi psicoterapeutici e di laboratori psicocorporei bioenergetici per adolescenti sieropositivi all’interno del progetto “La fabbrica del sorriso”(Associazione Archè), dal 2004 al 2009;
  • Conduttore di laboratori di mediazione culturale nelle scuole medie e superiori in collaborazione con il Forum per l’Intercultura della Caritas; dal 2003 al 2006;
  • Conduttore del laboratorio psicocorporeo di teatro bioenergetico presso il Meeting Internazionale Antirazzista di Cecina(LI); dal 2002 al 2006;
  • Docente  nel corso di “Counselling in analisi bioenergetica” per la S.I.A.B dal 2002 al 2008.

 

 

Chiara Scialanca

Psicologa Clinica e Psicoterapeuta

Iscrizione Albo Professionale degli Psicologi del Lazio n. 13306.

  • Laurea in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università “La Sapienza” di Roma.
    Diploma di Psicoterapeuta Analista Transazionale Clinica (CTA)didatta e supervisore in formazione (PTSTA)rilasciato dalla European Association for Transactional Analysis (EATA) a seguito di un training quadriennale di formazione.
  • Membro EATA (European Association for Transactional Analysis), SIAT (Società Italiana di Analisi Transazionale) e IFREP (Istituto di Ricerca e Formazione per Educatori e Psicoterapeuti).
  • Svolge attività privata psicoterapeutica individuale, di gruppo e di formazione.
  • Collabora con Consultorio Familiare “Al Quadraro”(dal 2005 ad oggi);
  • Socio fondatore e Presidente Istituto Couns.AT (dal 2015 ad oggi);
  • Operatore psicoterapeuta presso la Comunità Terapeutica Semiresidenziale per tossicodipendenti “La Tenda” (dal 2008 al 2013);
  • Docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Auximon (dal 2012 al 2016).
  • Conduttrice di gruppi di sostegno nella reclusione nella Casa Circondariale di Rebibbia Femminile per detenute tossicodipendenti nel progetto “Sostegno nella restrizione” (2008-2012)
  • Psicologa nello sportello d’ascolto e nella conduzione di gruppi nel progetto “Il Faro”, per la prevenzione del disagio minorile (2008-2009).
  • Collaboratrice in casa famiglia per adolescenti “Chiara e Francesco” (2007).
  • Partecipazione al progetto di cooperazione internazionale dell’IME “Casa Arime” con famiglie mediorientali (2006-2007).

 

 

Giorgio Tuscolano

Arrampicatore e laureato in scienze motorie

L’ambiente che ci circonda ha un legame profondo con il nostro carattere e lo
modifica. L’ ambiente quindi è strumento di verifica e di crescita

  • Laureato presso l’Università di Cassino in Scienze Motorie, 2009;
  • Corso accompagnatore Gruppi di Cammino presso Università di Verona 2010;
  • Tecnico di discipline olistiche presso Energheos Massage School 2009;
  • Tecnico di disciplina ORIENTEERING presso 80° Reggimento addestramento
    volontari 2008;
  • Corso universitario di Sport d’Avventura (trekking, orienteering e arrampicata
    sportiva)2007;
  • Brevetto FIN assistente bagnanti mare nel 2004;
  • Corso Pioniere Croce Rossa 2003.

Esperienze lavorative:

  • Istruttore arrampicata sportiva nella  palestra Rock&Walls di Roma dal 2010

facendo corsi :
per bambini dai 5 a 12 anni,
preparazione atletica età evolutiva,
corsi adulti principianti e avanzati,
seguendo, all’ interno di gruppi o singolarmente, bambini e ragazzi con
disabilità.

  • Istruttore arrampicata sportiva presso palestra Extreme Dimencion di Sezze nel 2010/11;
  • Progettazione e realizzazione Progetto Uisp  “gruppi di cammino” per fasce deboli con la ASL nella città di Latina 2010/11;
  • Aiuto istruttore presso la struttura Green Energy Camp con il Sociologo Dr. Roberto Garzella estate 2011;
  • Istruttore e aiuto istruttore arrampicata sportiva presso la Polisportiva Gaetaventura dal 2008;
  • Partecipazione eventi sportivi nella provincia di Cassino come Tecnico di Struttura Artificiale  Arrampicata sportiva presso l’ASD arte del MOVIMENTO dal 2006 al 2008;
  • Ricevimento persone rifugio CAI “Franchetti” sul Gran Sasso 2007;
  • Organizzazione e realizzazione eventi sportivi ECOSOSTENIBILI con il progetto regionale AREE SHERWOOD nelle Aree protette del Lazio 2007/08;
  • Assistente Bagnanti per la cooperativa il Quadrifoglio sul litorale di Sperlonga dal 2004 al 2007;
  • Aiuto istruttore arrampicata sportiva presso l’ASD Arte del MOVIMENTO 2006;

Contatti

Chiara Scialanca

cell. 328.4159318

Marco Bruci

cell. 340.0531291

Giorgio Tuscolano

cell. 3332251093

 

E-mail:

info@climbingtherapy.it